F.L.A.G. GAC Lazio Nord logo fondo europeo per la pesca logo mipaaf logo mipaaf
F.L.A.G. GAC Lazio Nord
Fisheries Local Action Group

Regione Lazio: due nuovi bandi per la pesca

La Regione Lazio ha pubblicato due bandi finalizzati alla promozione della pesca sostenibile sotto il profilo ambientale e alla competitività delle aziende che operano nel settore (pesca) della trasformazione e commercializzazione attraverso la realizzazione di investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione dell’impatto sull’ambiente, al miglioramento della sicurezza, dell’igiene e delle condizioni di lavoro.

Si tratta della misura 1.43 del PO FEAMP che ha stanziato complessivamente 768.220,95 euro per investimenti volti a migliorare le infrastrutture preesistenti dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e dei ripari di pesca, inclusi gli investimenti destinati a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti marini con l’obiettivo di migliorare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti sbarcati, accrescere l’efficienza energetica, contribuire alla protezione dell’ambiente e migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro.

L’avviso ammette un investimento massimo sarà pari a 400.000 euro, mentre l’investimento minimo ammissibile sarà pari a 25.000 euro.I progetti avranno una quota di cofinanziamento pubblico pari al 50% della spesa ammissibile.

La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il prossimo 13 aprile 2020.

E’ stata inoltre finanziata, con una cifra complessiva di 817.105,44 euro , la misura 5.69 – Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura destinata a promuovere la competitività delle aziende che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione attraverso la realizzazione di investimenti finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione dell’impatto sull’ambiente, al miglioramento della sicurezza, dell’igiene e delle condizioni di lavoro.

L’investimento massimo ammissibile sarà pari a 400.000 euro, mentre l’investimento minimo ammissibile sarà pari a 15.000 euro. I progetti avranno una quota di cofinanziamento pubblico pari al 50% della spesa ammissibile. La scadenza per la presentazione delle domande è prevista per il prossimo 13 aprile 2020.

DOCUMENTO DI RIFERIMENTO